IMG_20160422_090043644

Arrivano i primi cicloturisti sulla Ciclovia dell’Acquedotto!

Gulia Pavan e Diego Brunello sono di Trento e hanno scelto la Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese per le loro prossime vacanze.

Partiranno da Caposele (AV) domenica 24 aprile. Viaggeranno con tenda al seguito ed alterneranno notti sotto le stelle a b&b o alberghi. L’arrivo in Salento a Santa Maria di Leuca non lo hanno programmato e decideranno di volta in volta quanto pedalare e dove fermarsi.

“Cercavamo un itinerario che ci consentisse di pedalare per circa 10 giorni e che terminasse in una località di mare, dove poterci rilassare ancora qualche giorno una volta arrivati. Abbiamo visto che da Lecce è possibile rientrare ad Avellino con bici al seguito sia utilizzando il treno (via Taranto e Salerno) che le autolinee Marozzi o Marino. Una possibilità che non tutte le ciclabili offrono. Dunque ci è sembrata la soluzione perfetta per noi.” Queste le parole di Diego dopo una prima email di richiesta informazioni al Coordinamento.

Diego è il fondatore della ciclofficina Ciclostile di Trento e “creatore” della alpacargo, bici che utilizzerà per il viaggio. Giulia è una ricercatrice dell’università di Roma Tor Vergata. Hanno già pedalato su diverse ciclabili italiane ed europee.

Noi del Coordinamento dal Basso abbiamo fornito loro le tracce per percorrere in sicurezza la ciclovia e chiesto di raccontare la loro esperienza, di annotare aspetti positivi e negativi del percorso e di farci sapere dove pedaleranno attraverso il gruppo facebook. Non essendo coinvolti come promotori o abitanti dei luoghi, la loro testimonianza sarà fondamentale. Già molte associazioni e imprese si sono offerte di accompagnarli, ospitarli e assisterli.

Sarà un modo per dimostrare che oltre ad essere già percorribile e affascinante, l’itinerario verde dell’Acquedotto Pugliese è fatto soprattutto di persone e occasioni di incontro e amicizia.

Stay tuned.

 

About the author: Cosimo